Logo

Hometown - La strada dei ricordi

documentario | 75'
Dal 26/01/2023
Poster film Hometown - La strada dei ricordi
Regia
Mateusz Kudla, Anna Kokoszka-Romer
Cast
Roman Polanski, Ryszard Horowitz, Bronislawa Horowitz Karakulska, Stanislaw Buchala, Jolanta Kruk, Cezary Garwolinski

Due uomini camminano, i grandi ombrelli sottobraccio, in una giornata di sole. Chiacchierano, ridono, vanno spediti attraverso Cracovia, che fu capitale della Polonia e che oggi, dice uno dei due, sembra Disneyland. 70.000 abitanti ebrei prima della Seconda guerra mondiale, poche centinaia oggi. I due uomini hanno i capelli grigi, gli abiti sportivi e, rispettivamente, 89 e 83 anni, ma sembrano ragazzini. Sono Roman Polanski e Ryszard Horowitz, un grande regista e un grande fotografo, che furono amici da ragazzi in quella città e poi separati dalla persecuzione nazista degli ebrei: Polanski nascosto in campagna dopo la deportazione dei genitori e Horowitz finito ad Auschwitz e salvato da Oskar Schindler. Riaffiorano i ricordi, attraverso foto di famiglia, materiali di repertorio scarni e intensi e, soprattutto, l’ininterrotto dialogo punteggiato di momenti ilari e surreali.

Questo documentario ha come protagonisti il regista Roman Polanski e il fotografo Ryszard Horowitz, che hanno vissuto diverso tempo lontani dalla loro terra d’origine, la Polonia, ma che in essa faranno ritorno dopo sessant’anni per rievocare i loro ricordi più personali, legati all’infanzia e alla giovinezza.

Durante la loro passeggiata per le strade di Cracovia, Polanski e Horowitz ricordano i momenti più complicati di quell’epoca, come la vita all’interno del ghetto ebraico imposto dall’occupazione nazista. Horowitz è stato uno dei bambini salvati da Oskar Schindler, mentre Polanski è stato tenuto nascosto da una famiglia di contadini cattolici. Già a quell’età, però, la passione per l’arte li accomunava, e l’avrebbero sviluppata crescendo, dopo aver ottenuto la libertà.

Ritrovare la terra polacca sarà per entrambi un modo per riconciliarsi con quella triste e drammatica giovinezza: soltanto adesso è possibile guardare indietro, nonostante nuovi echi di guerra bussino alle porte del loro Paese, come se quegli anni tragici non avessero insegnato niente all’umanità.

In Programmazione

Eventi

Prossimamente